PAGELLE/ Sassuolo Inter (1-0): Fantacalcio: Dalbert dietro la lavagna, i voti della partita (Serie A)

Pagelle Sassuolo Inter: Fantacalcio, i voti della partita di Serie A, valida per la 1^ giornata del campionato 2018-2019. Domenico Berardi segna su rigore, voto alto anche a De Zerbi

Sassuolo Inter rappresenta la prima sorpresa della Serie A 2018-2019, con la sconfitta dei nerazzurri grazie al rigore di Domenico Berardi. Sono tanti i calciatori nerazzurri che hanno steccato l’esordio, ma la palma del peggiore in campo, suo malgrado, va a Dalbert Henrique che ottiene un 4,5 nelle nostre pagelle: il ventiquattrenne brasiliano è stato schierato da Luciano Spalletti come terzino sinistro titolare, con Kwadwo Asamoah che invece è stato dirottato sull’esterno alto. L’esperimento non è riuscito: Dalbert è risultato timido e impreciso in fase offensiva, spesso impacciato quando invece l’Inter doveva difendersi. Dopo l’intervallo, il brasiliano si è ritrovato in panchina: dentro Ivan Perisic e Asamoah riportato al ruolo di laterale basso, dove peraltro ha fatto molto meglio rispetto al primo tempo. L’anno scorso Dalbert aveva iniziato come titolare per poi fare tanta panchina; la storia potrebbe ripetersi in questo campionato, anche se siamo solo alla prima giornata e – come detto – tanti calciatori nerazzurri non sono apparsi all’altezza della situazione in questo esordio stagionale. (agg. di Claudio Franceschini)

BERARDI E DE ZERBI, VOTI ALTISSIMI

Nelle pagelle di Sassuolo Inter spiccano i voti altissimi per Domenico Berardi e per il suo allenatore Roberto De Zerbi, principali artefici del successo a sorpresa dei neroverdi emiliani nella 1^ giornata di Serie A ai danni dell’Inter, subito costretta a fare i conti con una battuta d’arresto contro una squadra che storicamente è indigesta ai nerazzurri. Cominciamo da Berardi, per il quele il gol su rigore è stata la ciliegina sulla torta di una prestazione che è stata molto convincente nel suo complesso: un’ottima notizia anche per la Nazionale, se Berardi proseguirà su questa strada. Parte del merito va data certamente anche a De Zerbi, che ha messo in campo un Sassuolo che ha già una chiara identità di gioco, spirito giusto e tenuta fisica. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PAGELLE SASSUOLO INTER

Al Mapei Stadium-Città del Tricolore di Reggio Emilia il Sassuolo supera l’Inter per 1 a 0. Nel primo tempo i padroni di casa partono subito forte per cercare di imporsi e passare in vantaggio, costringendo quindi gli ospiti sulla difensiva ed impedendone ogni ripartenza sul nascere. I tentativi creati dagli emiliani trovano un esito positivo al 27′ quando, sul fallo in area nerazzurra fischiato contro Miranda per un intervento irregolare ai danni di Di Francesco, ci pensa Berardi a presentarsi dal dischetto e trasformare il calcio di rigore battendo Handanovic, in grado unicamente di sfiorare il pallone. Lo stesso Berardi, a ridosso dell’intervallo, sfiora la doppietta personale e, nel secondo tempo, i milanesi, anche grazie all’ingresso di Perisic per Dalbert, entrano in campo con uno spirito diverso rispetto a quello mostrato in precedenza. Tuttavia questo sentore rimarrà solo un’illusione poichè è Boateng, al 65′, a mancare un’altra possibilità per il 2 a 0 scheggiando uno dei pali difesi dall’estremo difensore sloveno. Nemmeno gli inserimenti di Keita e di Karamoh nell’ultima parte dell’incontro appaiono funzionali al completamento della rimonta, con il portiere Consigli chiamato in causa nel recupero per blindare la propria porta ed il risultato. Grazie a questa vittoria il Sassuolo conquista i primi 3 punti del suo campionato mentre l’Inter resta ferma a quota zero. VOTO PARTITA 6,5 Gara entusiasmante nel primo tempo per l’intensità mostrata dal Sassuolo e dall’esito imprevedibile nella ripresa grazie alla voglia dell’Inter di cercare il pareggio. VOTO SASSUOLO 7 Grane prova quella messa in campo dalla squadra di De Zerbi, rinnovata sotto diversi aspetti ed allo stesso tempo probabilmente ritrovatasi dopo la scorsa annata di transizione. VOTO INTER 5 Prestazione e sconfitta deludente avendo sprecato tutto il primo tempo. VOTO ARBITRO: Mariani (sezione di Aprilia) 5 Lascia correre troppo spesso su situazioni in cui sarebbe dovuto intervenire e non sembra prendere sempre le decisioni migliori insieme con i suoi collaboratori.

LE PAGELLE DEL SASSUOLO

CONSIGLI 7 Decisivo a ridosso del recupero con un intervento importante.

LIROLA 5 Perde troppi possessi lungo la corsia che gli è stata assegnata.

MAGNANI 6,5 Giovane ed esordiente, mette il sorriso al suo allenatore.

G. FERRARI 6 Adempie bene ai suoi compiti.

ROGERIO 6 Sorpresa positiva dell’incontro, inizia a contenersi dopo aver rimediato un ammonizione.

DUNCAN 6,5 Recupera molti palloni pur non riuscendo sempre a mettere in pratica tutto quello che ha in mente.

MAGNANELLI 6,5 Il capitano lotta nel mezzo offrendo un apporto significativo.

BOURABIA 5,5 Comincia bene salvo poi perdersi col passare dei minuti.

D. BERARDI 8 Man of the match e matchwinner di serata a coronamento di novanta minuti disputati da vera stella della sua squadra.

K. BOATENG 5 Vive senza dubbio una serata difficile da falso nove con De Vrij sulle sue tracce ma ci ha abituato a standard ben più alti.

F. DI FRANCESCO 6 Corre moltissimo e conquista il calcio di rigore del vantaggio.

SENSI 5 Fatica ad entrare in partita sostituendo Bourabia.

BOGA 6 Prende il posto di Di Francesco portando grande fisicità.

BABACAR Senza Voto Rimpiazza Boateng nell’ultima parte della gara senza poter mettere le sue caratteristiche al servizio della squadra.

All. DE ZERBI 7,5 Lo spirito con cui la sua squadra comincia il match è sicuramente da elogiare, così come la tenuta fisica e mentale rimasta forte sino ai titoli di coda.

LE PAGELLE DELL’INTER

HANDANOVIC 6 Spettatore non protagonista, peccato per il rigore solamente sfiorato con le dita.

D’AMBROSIO 5,5 Non sempre è presente per chiudere la sua zona di competenza.

MIRANDA 5,5 Commette ingenutamente il fallo che sancisce il rigore e la vittoria per il Sassuolo.

DE VRIJ 6 Disputa una buona partita confermando le scelte di chi ha puntato su di lui.

DALBERT 4,5 Compromette i meccanismi della squadra sbagliando davvero troppo in entrambe le fasi di gioco.

VECINO 6 Importante nel mezzo soprattutto guardando alle difficoltà del compagno di mediana.

BROZOVIC 5 Appare molto disordinato perdendo diversi palloni e commettendo qualche fallo di troppo.

POLITANO 5 Un paio di conclusioni non salvano la sua prova, forse emozionato dal dover affrontare i suoi vecchi compagni nel suo ex stadio alla prima gara ufficiale.

LAUTARO MARTINEZ 5,5 Combina relativamente poco ma si fa apprezzare molto per l’atteggiamento espresso, tornando indietro nella propria metà campo per conquistare possessi e punizioni che permettono quindi alla squadra di ripartire.

ASAMOAH 5 Più preciso da terzino nella ripresa che da ala come visto nel primo tempo.

ICARDI 5,5 Colleziona diverse conclusioni che tuttavia non hanno il successo auspicato.

PERISIC 6 Prova subito a dare il suo contributo e serve ad Icardi un buon pallone sfortunatamente per loro non sfruttato a dovere.

KEITA B. 5 Rileva Lautaro Martinez al 69′ facendolo rimpiangere.

KARAMOH Senza Voto Entra al posto di Karamoh nel finale senza riuscire ad incidere.

All. SPALLETTI 5 I suoi hanno probabilmente preso un po’ troppo sotto gamba l’impegno contro il Sassuolo e quando prova a rimetterli in riga durante l’intervallo è ormai tardi, complice pure la scarsa intesa tra i nuovi innesti anche in corso d’opera.

IL PRIMO TEMPO

A Reggio Emilia, al termine del primo tempo, le formazioni di Sassuolo ed Inter sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 0. I neroverdi partono alla grande schiacciando i nerazzurri con un atteggiamento molto aggressivo ed attento nel fermare sul nascere le possibili ripartenze. Gli emiliani vanno al cross da entrambe le fasce ma è Berardi a spiccare su tutti, riuscendo pure a portare in vantaggio i suoi al 27′ quando trasforma il calcio di rigore concesso per fallo di Miranda su Di Francesco. Poco convincente l’atteggiamento della squadra di Spalletti, visibilmente non in grado di esprimere le proprie qualità migliori anche a causa delle prestazioni negative di Dalbert e dello stesso Miranda. Ammoniti finora il centrale brasiliano tra gli ospiti, Duncan e Rogerio in precedenza tra i padroni di casa.

SASSUOLO INTER: I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO SASSUOLO (PRIMO TEMPO): 7 Gli emiliani entrano in campo con uno spirito molto combattivo e vivono 45 minuti di grandissima intensità, concedendo poco o nulla agli avversari. MIGLIORE SASSUOLO (PRIMO TEMPO): BERARDI 7 Scatenato, porta in vantaggio i suoi tenendo costantemente in apprensione la difesa nerazzurra. PEGGIORE SASSUOLO (PRIMO TEMPO): BOATENG 5 L’ex milanista appare poco brillante attirando su di sè le marcature dei milanesi ma senza proporsi in prima persona.

VOTO INTER (PRIMO TEMPO): 5 Squadra irriconoscibile rispetto a quanto visto nel precampionato ed è inspiegabile la difficoltà nel costruire le proprie azioni. MIGLIORE INTER (PRIMO TEMPO): LAUTARO 6,5 Si fa apprezzare per l’atteggiamento mostrato nel cercare di conquistare palloni abbassandosi e subendo diversi falli che consentono alla squadra di far ripartire l’azione. PEGGIORE INTER (PRIMO TEMPO): DALBERT 4,5 Sbaglia praticamente tutto in entrambe le fasi di gioco, compromettendo i meccanismi della squadra.

Napoli-Milan, seconda giornata Serie A: quando si gioca, orario e come vederla in tv e streaming

Sabato 25 agosto alle ore 20.30 scenderanno in campo per l’anticipo della seconda giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019 Napoli e Milan. Lo stadio San Paolo è pronto per essere teatro di una sfida molto interessante tra partenopei e rossoneri.

Gli uomini di Carlo Ancelotti sono reduci dal successo all’esordio nella difficile trasferta di Roma contro la Lazio e davanti al loro pubblico vogliono centrare il bersaglio grosso per dare continuità ai propri risultati. Un Napoli a corrente alternata quello che abbiamo visto all’Olimpico: male nei primi 25 minuti e bene nella fase finale del primo tempo e per metà della ripresa. Ciò è stato sufficiente per conquistare i tre punti contro i biancocelesti ma le aspettative del tecnico sono altre.

Sulla sponda milanista si tratta dell’esordio. I rossoneri non sono scesi in campo contro il Genoa a San Siro, rispettando la decisione dei rossoblu di non giocare in conseguenza dei tragici eventi di Genova. Per cui, per Gattuso e i suoi sarà un battesimo del fuoco. Di sicuro, l’osservato speciale del match sarà Gonzalo Higuain, grande ex della piazza pertenopea, che dopo le avventure sotto il Vesuvio e a Torino (alla Juve), ha sposato la causa milanese. Vedremo di cosa sarà capace.

OASport vi proporrà la DIRETTA LIVE di Napoli-Milan, match valido per la seconda giornata della Serie A 2018-2019 di calcio. Di seguito la data, il programma dettagliato e l’orario d’inizio della partita che sarà trasmessa in diretta streaming su Dazn.

Napoli-Milan, seconda giornata Serie A: quando si gioca, orario e come vederla in tv e streaming

Sabato 25 agosto

ore 20.30  Napoli – Milan

Napoli-Milan sarà trasmessa in diretta streaming su Dazn dunque potrete vederla su smart tv, computer, cellulari, tablet, consolle per videogiochi e tutti i dispositivi collegati alla rete internet.

DIRETTA LIVE scritta su OASport: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, per non perdersi davvero nulla.

Ronaldo’s dramatic debut ends with goalkeeper in hospital

Juventus’ Cristiano Ronaldo runs with the ball during the Serie A soccer match between Chievo Verona and Juventus, at the Bentegodi Stadium in Verona, Italy, Saturday, Aug. 18, 2018. (Antonio Calanni/Associated Press)

August 19 at 10:43 PM

MILAN — Cristiano Ronaldo’s Serie A debut was marked not by a goal but by accidentally putting the opposing team’s goalkeeper in hospital.

With the score locked at 2-2 late on in Juventus’ match at Chievo Verona, Ronaldo collided with Stefano Sorrentino in a chaotic penalty area.

Sorrentino was knocked out cold briefly and there were an anxious few minutes as he received immediate treatment before being substituted.

The 39-year-old goalkeeper was immediately taken to the hospital and released on Sunday morning with a fractured nose, bruising to his left shoulder and whiplash.

Sorrentino was able to joke about the incident, posting a photo on Twitter with the caption: “Thanks for your messages of support, affection and esteem. We are a fantastic group and yesterday we almost achieved the feat: while CR7 got me in full!”

He also later revealed on the social media site that Ronaldo had been in touch: “I received a message of support and wishing me a speedy recovery from Cristiano Ronaldo. Thanks legend!”

Sorrentino pulled off several fine saves to deny Ronaldo and his Juventus teammates — although Chievo went on to lose the match 3-2 following Federico Bernardeschi’s stoppage-time winner.

“Before coming onto the pitch I told myself I would have to try to stop him in every way possible,” Sorrentino said on Italian television. “I did that in the real sense of the word.”

During the commotion Juventus was awarded a goal using goal-line technology, then it was disallowed a few minutes later on video review.

Paulo Dybala and Giorgio Chiellini celebrated when the goal was given, causing widespread outrage as Sorrentino was still receiving urgent treatment.

“Paulo wrote to me, apologizing because he hadn’t realized the seriousness of the situation and he was celebrating for a goal that I didn’t even know I had conceded,” Sorrentino said.

BOATENG’S BACK

Having launched his rap career with the release of his first single “King,” Kevin-Prince Boateng is beginning to prove he can once again become Serie A royalty.

Boateng returned to Italian football in July, signing for Sassuolo in one of the surprise moves of the offseason.

He had previously played for AC Milan in 2010-13, and for six months at the beginning of 2016 after having his contract terminated by German club Schalke.

Playing in a more forward role, the 31-year-old Boateng inspired Sassuolo to a 1-0 victory over Inter Milan on Sunday — the upset of the opening weekend.

He imposed himself physically up front and created space for the wingers. Boateng, who has already scored for Sassuolo in the Italian Cup, also hit the post with a swivelling volley.

“(Boateng is) very important in the locker room,” Sassuolo coach Roberto De Zerbi said. “If they (players) need help communicating in English, German, French or Spanish, he’s always on hand to make them feel more comfortable.”

ZAJC ATTACK

One of the potential stars of this season emerged on Sunday as Miha Zajc had a stellar performance in Empoli’s 2-0 win over Cagliari.

Zajc was at the heart of every Empoli move and set up both goals for Rade Krunic and Ciccio Caputo.

The 24-year-old Zajc has already played in Serie A as he was signed from Olimpija Ljubljana in January 2017, in Empoli’s last season in the top flight.

Zajc made only five Serie A appearances but was instrumental in last season’s promotion campaign which ended with Empoli going up as champion.

 

Inter Milan shocked in Serie A opener, Dzeko hits Roma stunner

A late Edin Dzeko stunner got AS Roma off the mark in their Serie A campaign at Torino on Sunday but Inter Milan made the worst possible start with a 1-0 loss at Sassuolo. Bosnia-Hercegovina’s forward Edin Dzeko (C) takes a shot at the goal during the Group F football match between Nigeria and Bosnia-Hercegovina at the Pantanal Arena in Cuiaba during the 2014 FIFA World Cup on June 21, 2014. AFP PHOTO / JEWEL SAMAD Roma’s win meant the top three from last year’s campaign all won their opening round of matches. Champions Juventus, with new superstar signing Cristiano Ronaldo making his debut, won 3-2 at Chievo on Saturday with runners-up Napoli coming back to win 2-1 at Lazio. But Inter Milan — fourth last season — suffered an early upset after Domenico Berardi slotted in a 27th-minute penalty to give all three points to their rivals from Modena. “This has complicated everything,” said Inter coach Luciano Spalletti. “Sassuolo did well on the counter-attack, they were compact without giving anything. “We lost the game because of a penalty and Sassuolo didn’t create many chances.” Sassuolo dominated the first half, earning a penalty when Joao Mario brought down Federico Di Francesco in the penalty area. Inter Milan’s top scorer last season Mauro Icardi came close twice, with Croatian Ivan Perisic also sending the ball over the top in the second half. Earlier Roma’s only goal came one minute from time following spectacular play by new Dutch signing Justin Kluivert, son of former Barcelona striker Patrick Kluivert. The 19-year-old came on as a second-half substitute, running down the right flank, dribbling past past three players to provide the crucial cross which Dzeko lashed into the far top corner. “It was a great cross, and I scored even better goal!” Dzeko joked. “Last year I scored one that was maybe a bit better (against Chelsea), but this is among the best three. “I saw Kluivert on the right and hoped he would cross it to the back post, which is fortunately what he did. He definitely changed the game.” Venezuelan Tomas Rincon had Torino’s best chance as he rattled the crossbar on 39 minutes. Iago Falque thought he had scored for the hosts three minutes after the break but his attempt was ruled offside after a look at the VAR. Former Paris Saint Germain player Javier Pastore missed a number of chances against his former teammate Salvatore Sirigu in the Torino goal. Lorenzo De Silvestri limped off after a knock and allowed Ola Aina to also get his first Serie A game just days after arriving on loan from Chelsea, with new Roma goalkeeper Robin Olsen making several saves. “Edin maybe misses the easiest goals, but has accustomed us to these feats,” said Roma coach Eusebio Di Francesco. “In the second half we suffered, I put Kluivert on to give a little freshness. He has important qualities, today he has shown it.” Parma — returning to the top flight after bankrupty and three consecutive promitions –threw away a two-goal being held 2-2 at home after Udinese scored two goals in four minutes in the second half. Empoli returned to the top flight with a 2-0 win at home against Cagliari as SPAL won their local derby at 10-man Bologna 1-0. The opening round of matches involving both Genoa teams were postponed because of the bridge collapse in the port city. Sampdoria had been due to host Fiorentina and Genoa to travel to AC Milan.

Calcio in tv: al via la serie A, nel weekend del massimo campionato l’esordio di Dazn

E’ Cristiano Ronaldo ad inaugurare la nuova stagione della serie A in tv, la prima con il doppio abbonamento necessario per vedere tutte le partite e con Dazn al debutto: Chievo-Juventus il primo match, “live” su Sky.

 

Sabato 

SKY. La marcia di avvicinamento alla prima partita del campionato comincia alle 17 in “Sky Calcio Live” condotto su Sky Sport Serie A da Marco Cattaneo con Massimo Ambrosini, Paolo Condo e Giancarlo Marocchi in studio. Alle 18 Chievo-Juve, telecronaca di Maurizio Compagnoni con Luca Marchegiani opinionista, Giovanni Guardala’ e Francesco Cosatti a bordo campo.

 

DAZN. E’ Lazio-Napoli la prima partita di serie A dell’avventura italiana di Dazn, la nuova piattaforma che trasmette in streaming: l’incontro comincia alle 20,30, telecronaca di Pierluigi Pardo con Mauro German Camoranesi al commento tecnico. In studio Diletta Leotta con i suoi ospiti.

Calcio internazionale: Guingamp-Paris saint Germain alle 17 e Barcellona-Alaves alle 22,15.

Dazn si vede attraverso una App ed è necessario un collegamento ad internet per smart tv, tablet, X-box, cellulari, computer. Da ieri la App è inserita su Timvision, gli abbonati a Mediaset Premium l’hanno inserita dell’abbonamento, Sky offre uno sconto ai propri abbonati.

 

Domenica 

RAIDUE. Primo appuntamento alle 22,30 con la nuova edizione de “La Domenica Sportiva” con Giorgia Cardinaletti confermata alla guida.

 

CANALE 5. La rete ammiraglia Mediaset manda in onda alle 22,40 “Aspettando Pressing” con Giorgia Rossi alla conduzione.

 

SKY. Il canale Sky Sport Serie A propone alle 18 Torino-Roma, telecronaca di Riccardo Trevisani con Massimo Ambrosini opinionista, Paolo Aghemo e Angelo Mangiante vicini alle panchine.

Due gli incontri previsti alle 20,30: Sky Sport Uno trasmette Bologna-Spal con Dario Mascara e Giancarlo Marocchi rispettivamente prima e seconda voce, Sky Sport Serie A Empoli-Cagliari con Antonio Nucera e Luca Pellegrini al racconto.

Il contenitore “SkyCalcioShow° si apre alle 17 su Sky Sport Serie A con Alessandro Bonan alla guida.

Premier League: alle 14,30 Manchester City-Huddersfield, alle 17 Brighton-Manchester United.

 

DAZN. La piattaforma di proprietà inglese annuncia due partite alle 20,30: Sassuolo-Inter, telecronaca di Stefano Borghi con Roberto Cravero al commento tecnico, e Parma-Udinese con Ricky Boscaglia e Francesco Guidolin ai microfoni.

Per la Liga spagnola si segnala alle 22,15 l’incontro tra il Real Madrid e l’Alaves raccontato da Massimo Callegari con Dario Marcolini seconda voce.