RadiciGroup e Atalanta, 2600 maglie dell’Europa League ai dipendenti

Attenzione al territorio e competenza nei materiali per il settore dello sport: RadiciGroup al fianco di Atalanta per vincere in Europa. 2600 maglie ai dipendenti.

Una giornata colorata di nerazzurro per RadiciGroup, che ha organizzato nella sede della holding a Gandino un “temporary store” Atalanta dedicato in esclusiva ai dipendenti del Gruppo: oltre 2.600 maglie dell’Europa League sono state prenotate nelle settimane scorse dai lavoratori RadiciGroup che le hanno potute ritirare nella giornata di martedì 12 dicembre in occasione di un evento ad hoc a cui hanno presenziato anche alcuni giocatori della “Primavera” del club sportivo bergamasco, dato che la prima squadra era impegnata a Genova per il Campionato. 

La sponsorizzazione Atalanta, che concede al marchio RadiciGroup un’ampia visibilità europea (85% della produzione Radici è in Europa), risponde a un duplice obiettivo: da una parte l’attenzione al territorio bergamasco, in cui il Gruppo è nato e dove lavorano tutt’ora circa 1.200 persone, e dall’altra sottolinea come molti dei materiali prodotti da Radici trovano applicazione in questo settore.

Lo store allestito a Gandino

Con oltre 75 anni di storia nel mondo del tessile, oggi RadiciGroup è il secondo produttore europeo di poliammide (210 mila tonnellate) e di poliestere (24mila tonnellate), due tra i materiali più utilizzati al mondo per innumerevoli applicazioni: dall’automotive (55% del fatturato RadiciGroup), all’abbigliamento (soprattutto tecnico-sportivo), dall’arredamento ai vari settori industriali.

«Con l’Atalanta abbiamo sfidato sul campo di gioco, oltre all’Apollon, il Lione e l’Everton – ricorda Angelo Radici, presidente del Gruppo – offrendo ulteriore visibilità al marchio RadiciGroup in Francia e in Inghilterra, due mercati strategici per il nostro Gruppo in termini di fatturato. I sorteggi per i sedicesimi ci hanno messo in lizza con il Borussia Dortmund e anche in questa occasione sono sicuro che i giocatori nerazzurri ci faranno fare un’ottima figura. In Germania siamo presenti con stabilimenti produttivi e sedi commerciali nei settori della chimica, della plastica e delle fibre sintetiche: il mercato tedesco è il secondo dopo l’Italia per fatturato, con un valore di circa 200 milioni di euro».

Le magliette

Nel mondo del calcio, i filati in nylon RadiciGroup possono essere utilizzati soprattutto per l’intimo e i calzettoni dei giocatori, mentre i filati in poliestere sono consigliati per l’esterno delle maglie (meglio la poliammide a contatto pelle) e per i pantaloncini.

Per quel che riguarda le materie plastiche, i tecnopolimeri prodotti da RadiciGroup trovano applicazione nelle sedute da stadio – si ricorda la fornitura per i Giochi olimpici di Rio nel 2016 – ma anche nei vari accessori sportivi, come le scarpette o le protezioni da calcio.

Infine RadiciGroup produce anche il filo utilizzato per realizzare i campi in erba sintetica: un’offerta, quella per il mondo del calcio, che si delinea tra le più complete e sostenibili nel panorama europeo, proposta da un unico Gruppo, radicato nel territorio bergamasco e attivo oltre i confini nazionali.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Inter, gli occhi di Guardiola su Skriniar: pronta una super offerta, i dettagli

Inter, gli occhi di Guardiola su Skriniar: pronta una super offerta, i dettagli

Un difensore centrale forte, di questi tempi, è merce rata. Lo sa bene l’Inter che la scorsa estate ci ha visto giusto investendo 25 milioni di euro per strappare Milan Skriniar alla Sampdoria e ora si frega le mani. Lo slovacco, in questo inizio di stagione, è stato uno dei valori aggiunti di Spalletti, quantità e qualità al servizio di una squadra che dopo sedici giornate guida il campionato con un punto di vantaggio sul Napoli. Le sue prestazioni hanno convinto tutti, il suo nome è finito sulla lista dei desideri delle big d’Europa, non solo del Barcellona. L’ultimo club che ha messo gli occhi sul difensore in grado di giocare anche da centrocampista centrale (recentemente l’ha fatto con la maglia della Slovacchia) è il Manchester City, che cerca un rinforzo nel reparto difensivo. Guardiola ha mandato i suoi scout in Italia per seguirlo da vicino, i resoconti sono stati positivi, Skriniar è diventato un obiettivo concreto per il 2018.

PRIMO NOME – La situazione difensiva del City è chiara, alle spalle della coppia Otamendi-Stones non ci sono alternative realmente credibili, per questo motivo il club di proprietà dello sceicco Mansour tornerà sul mercato. Mangala non rientra nei piani di Guardiola ed è destinato a partire tra gennaio e giugno, Kompany, anche ieri uscito nell’intervallo del derby contro il Manchester United per un problema muscolare, non dà le giuste garanzie fisiche, il solo Fernandinho, che nasce come centrocampista difensivo, non può essere una soluzione continuativa. Skriniar insomma è considerato il profilo giusto, per l’Inter è pronta un’offerta superiore ai 50 milioni di euro.

SCELTA FATTA – Dalle parti di Corso Vittorio Emanuele al momento non sono però interessati a cedere Skriniar. Hanno fatto un investimento solo qualche mese fa, e considerano l’ex Zilina, che ha festeggiato 22 anni lo scorso febbraio, fondamentale per le ambizioni in Italia e in Europa. Sabatini e Ausilio non vogliono fare nemmeno un torto a Spalletti, che ha chiesto di non cedere i suoi big. Insomma, non è in vendita, non è una questione di soldi.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Serie A: Inter Chievo, le probabili formazioni

Serie A: il quadro delle partite delle 15 © ANSA

“Scudetto? L’Inter per ora c’è solo per la Champions”. Danilo D’Ambrosio, a margine dell’evento Brooks Brothers, a cui hanno partecipato tutti i giocatori nerazzurri, evita di sbilanciarsi sulle prospettive dell’Inter, seconda in classifica a due punti dal Napoli. Domani ci sarà lo scontro diretto tra Napoli e Juve ma l’Inter non vuole farsi distrarre dalla partita. “Tutto dipende da noi – dice D’Ambrosio – col Chievo siamo costretti a vincere a prescindere dal risultato del San Paolo. E’ una partita insidiosa. Le vittorie aiutano a costruire la mentalità vincente, quest’anno con Spalletti stiamo ottenendo risultati in virtù del fatto che sta lavorando a livello psicologico. Chi gioca e non gioca si allena a 100 all’ora. Ci sentiamo tutti titolari”. Il difensore nerazzurro ha raggiunto le cento presenze con l’Inter trovando grande continuità soprattutto con Spalletti. “Quest’anno non mi sono mai sentito in discussione perché in una grande squadra ci devono essere due giocatori di livello per ogni ruolo. Il mercato dell’Inter è stato fatto bene e ora sta dando i suoi frutti. Se serve un centrale? Posso giocare in quel ruolo e lo crede anche Spalletti”.

Il quadro delle partite di domenica alle 15 (RISULTATI E CLASSIFICA)

Bologna-Cagliari
Fiorentina-Sassuolo
Inter-Chievo

Le probabili formazioni

Inter (4-2-3-1): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 13 Ranocchia, 21 Santon; 20 Borja Valero, 77 Brozovic; 87 Candreva, 10 Joao Mario, 44 Perisic; 9 Icardi (27 Padelli, 46 Berni, 7 Cancelo, 29 Dalbert, 55 Nagatomo, 11 Vecino, 17 Karamoh, 23 Eder, 99 Pinamonti). All. Spalletti Squalificati: 25 Miranda, 5 Gagliardini Diffidati: nessuno Indisponibili: 61 Vanheusden.
Chievo (4-3-1-2): 70 Sorrentino, 29 Cacciatore, 40 Tomovic, 5 Gamberini, 18 Gobbi, 77 Bastien, 4 Rigoni, 56 Hetemaj, 23 Birsa, 69 Meggiorini, 45 Inglese. (90 Seculin, 98 Confente, 12 Cesar, 3 Dainelli, 14 Bani, 2 Jaroszynski, 97 Depaoli, 10 Gaudino, 7 Garritano, 31 Pellissier, 9 Stepinski, 20 Pucciarelli. All: Maran Indisponibili: Castro Squalificati: Radovanovic Arbitro: Calvarese di Teramo Quote Snai: 1,40 4,75 7,50

Fiorentina (4-3-3): 57 Sportiello, 2 Laurini, 20 Pezzella, 13 Astori, 3 Biraghi; 24 Benasi, 5 Badelj, 17 Veretout; 25 Chiesa, 9 Simeone, 77 Thereau. (97 Dragowski, 22 Cerefolini, 77 Bruno Gaspar, 31 Vitor Hugo, 4 Milenkovic, 15 Maxi Olivera, 6 Sanchez, 19 Cristoforo, 8 Saponara, 10 Eysseric, 28 Gil Dias, 30 Babacar). All.: Pioli. Squalificati: nessuno. Diffidati: Astori. Indisponibili: Hristov.
Sassuolo (4-3-3): 47 Consigli, 23 Gazzola, 28 Cannavaro, 15 Acerbi, 13 Peluso, 6 Mazzitelli, 4 Magnanelli, 7 Missiroli, 25 Berardi, 10 Matri, 16 Politano. (77 Pegolo, 70 Marson, 21 Lirola, 24 Goldaniga, 26 Rogerio, 12 Sensi, 29 Cassata, 11 Falcinelli, 14 Scamacca, 17 Pierini, 90 Ragusa). All.: Iachini. Squalificati: nessuno. Diffidati: Magnanelli. Indisponibili: Adjapong, Biondini, Duncan, Frattesi, Dell’Orco, Letschert. Arbitro: Banti di Livorno. Quote Snai: 1,57; 4,00; 5,75.

Bologna (4-3-3): 83 Mirante, 15 Mbaye, 6 De Maio, 20 Maietta, 25 Masina, 16 Poli, 5 Pulgar, 77 Donsah, 9 Verdi, 24 Palacio, 10 Destro. (1 Da Costa, 34 Ravaglia, 18 Helander, 4 Krafth, 33 Keita, 2 Nagy, 12 Crisetig, 8 Taider, 7 Petkovic, 11 Krejci, 30 Okwonkwo). All.: Donadoni. Squalificati: Torosidis. Diffidati: Helander, Poli. Indisponibili: Di Francesco, Falletti, Gonzalez.
Cagliari (3-5-2): 1 Rafael, 19 Pisacane, 23 Ceppitelli, 13 Romagna, 16 Faragò, 21 Ionita, 8 Cigarini, 18 Barella, 20 Padoin, 10 Joao Pedro, 30 Pavoletti. (26 Crosta, 29 Daga, 2 Van der Wiel, 3 Andreolli, 12 Miangue, 24 Capuano, 4 Dessena, 27 Deiola, 7 Cossu, 9 Giannetti, 36 Melchiorri, 17 Farias). All.: Lopez. Squalificati: nessuno. Diffidati: Barella. Indisponibili: Sau, Cragno. Arbitro: La penna di Roma. Quote Snai: 2,00; 3,30; 3,90.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.