PROMOZIONE – Cortese sempre più leader, Mummolo da podio. Tedesco e Di Silvestro in copertina

L’attaccante dell’Ugento ancora a segno e sono 12 i centri in campionato per lui. Pesante il gol di Tedesco, il settimo stagionale, che consente al Brindisi di sbloccare il big match col Tricase

tedesco-porcelli

Cortese va a segno nel 2-2 tra Ugento e Talsano e consolida ulteriormente il primo posto nella classifica marcatori. Per lui si tratta della dodicesima rete in campionato. Nove gol e gradino più basso del podio per Mummolo, che mette il sigillo alla vittoria del Mesagne sul Racale. L’ottava segnatura nel torneo di Biascopermette al Maglie di acciuffare, in extremis, il pareggio col Copertino. Sale a quota sette Tedesco, che decide, insieme a Iaia, il big match col Tricase. Doppietta per Di Silvestro, nel 2-3 della Deghi contro l’Ostuni. In totale sono venti le reti della tredicesima giornata.

DODICI RETI: Cortese (Ugento)

DIECI RETI: Ruberto (Atl. Racale)

NOVE RETI: Petruzzella (Ostuni), Mummolo (Mesagne)

OTTO RETI: Biasco (Maglie)

SETTE RETI: Rizzello (Copertino), Tedesco (Brindisi)

SEI RETI: Di Santantonio (Mesagne), Scarcella (Brindisi), Di Silvestro (Deghi Lecce)

CINQUE RETI: Bardoscia (Talsano), Fiorentino (Maglie), Procida (Brindisi), Poleti (Deghi Lecce), Brindisi (Uggiano), Causio (Tricase), Quarta (SF Leverano), De Comite (Lizzano), Danese (Ostuni), Gennari (Ostuni)

QUATTRO RETI: Ciurlia (Atl. Racale), Ponzo (Ugento), Armango (Tricase), Solidoro (Ugento), Rollo (Deghi Lecce), De Michele (Maglie), Novellino (Massafra)

TRE RETI: Setreanu (Uggiano), Bonaventura (Tricase), De Benedictis (SF Leverano), Colagiorgio (Uggiano), Colluto (Ostuni), Tricarico (Carovigno), Diagnè (Carovigno), Pellè (Deghi Lecce), Galeandro (Lizzano), Zaccaria (Lizzano), Giorgetti (Atl. Racale), Colucci (Lizzano), D’Amore (Atl. Racale), Iaia (Brindisi), Chiffi (Ugento)

DUE RETI: Lanzillotti Tony (Carovigno), Iunco (Brindisi), Rizzello (Atl. Racale), Rini (Mesagne), Montefrancesco (Copertino), Rizzo (Tricase), Cellamare (Lizzano), Tarsilla (Ugento), Patimo (Carovigno), De Giorgi (Copertino), Puscio (SF Leverano), Botrugno (Atl. Racale), Rizoli (Maglie), Castrì (Atl. Racale), Yusuf (Maglie), Narracci (Ostuni), Galante (Talsano), Galeano (Sava), Luperto (Ugento), Lisi (Talsano), Verardo (Atl. Racale), Alemanno (Copertino), Manisi (Uggiano), D’Ettorre (Lizzano), Rossi (Talsano), Perrone (SF Leverano), Lillo (SF Leverano), Garrapa (Uggiano), Pignatale (Talsano), Mastria (Copertino)

UNA RETE: Lanzillotti Pasquale (Carovigno), Leuzzi (Sava), Musio (Tricase), Boualam (Brindisi), Riformato (Massafra), D’Andria (Sava), Amodio (Talsano), Pulimeno (Uggiano), Frisenda (Copertino), Decillis (Atl. Racale), Striano (Tricase), Elia (Tricase), Perrone (Carovigno), Salvi (Massafra), Jawara (Sava), De Icco (Atl. Racale), Alessandrì (Uggiano), Garzia (Ugento), Montinaro (Deghi Lecce), Camposeo (Carovigno), Rotunno (Maglie), Sanna (Ostuni), De Fazio (Brindisi), Presicci (Massafra), Coccioli (Mesagne), Galzarano (Talsano), Visconti (Lizzano), Nazaro (Lizzano), Tedesco (Carovigno), Diagnè (Ostuni), Parisi (Ostuni), Cordisco (Brindisi), Sacco (Copertino), Cito (Mesagne), Tidiane (Sava), Ratta (Deghi Lecce), Cavallo (Lizzano), Blasi (SF Leverano), Suppressa (Atl. Racale), Casula (Talsano), Turi (Massafra), Presicci (Massafra), Calò (Sava), Andrisani (Sava), Libertini (Deghi Lecce), Abot (Atl. Racale), Pappone (Lizzano), Misuraca (Ostuni), Gioia (Mesagne), Morleo (Mesagne), Gomez (Talsano), Camara (Massafra)

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Dai guanti di Zoff alla 10 di Pelè: torna Football Memorabilia, l’asta di cimeli calcistici

La maglia numero 10 indossata da Diego Armando Maradona ai tempi del Napoli, la maglia indossata da Pelé nel 1971 e i guanti di Dino Zoff del Mundial del 1982: questi e altri cimeli gloriosi saranno battuti all’asta giovedì 14 dicembre da Aste Bolaffi nella vendita Football Memorabilia, seconda edizione degli incanti dedicati allo sport sulla scia del successo dell’asta dello Statuto del Milan.

football memorabilia asta calcio
I guanti di Dino Zoff

Tra gli altri pezzi messi all’asta anche la maglia di Gigi Riva del Mondiale tedesco del 1974 (stima 6-7 mila euro) e la 17 albiceleste di Pedro Pasculli, i gagliardetti dell’arbitro Tombolini, molti dei quali autografati e una curiosità ‘politico-calcistica’: la maglietta del Perugia di Saadi Gheddafi, figlio dell’ex presidente libico Mu’ammar.

All’incanto anche le maglie di campioni come Mancini, Gascoigne, Batistuta, Rui Costa, Totti, Kaká, Cannavaro; le fasce da capitano di Javier Zanetti e Roberto Baggio; una foto autografata del Torino su cui spicca la firma di Gigi Meroni e una serigrafia dedicata al Milan, autografata da Pierino Prati e Gianni Rivera.

 

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

Calcio, TOP 11. Tra i migliori della settimana spiccano Rinaldi, Scalzi e Giacomo Calvini

I giocatori di spicco degli ultimi 90 minuti di gioco dalla Serie D alla Sconda Categoria

La TOP 11 settimanale vede come ogni martedì il miglior undici dei giocatori delle squadre imperiesi, protagonisti negli ultimi 90 minuti di gioco: ecco chi si è fatto notare dalla Serie D alla Seconda Categoria.

Tra i pali questa settimana premiamo il giovane Cedeno (Ospedaletti) capace di far rimanere imbattuta la porta degli orange sul campo del Pallare: un premio al promettente estremo difensore.

La linea difensiva a quattro è formata da giocatori importanti per le proprie squadre: a destra schieriamo Godfavor (Virtus Sanremo) in grande crescita, nel mezzo ecco Elia Ambesi (Taggia) e Feliciello (Ospedaletti), mentre maglia numero 3 affidata a Valfrè (Carlin’s Boys).

A centrocampo spiccano due giocatori di quantità e qualità: da una parte ecco il biancazzurroTaddei (Sanremese), dall’altra il sanstevese Giacomo Calvini (Sanstevese), autori di tre reti in due contro San Donato Tavarnelle e Sanremo 80.

I tre giocatori fantasiosi dietro all’unica punta che è Sparaccio (Dianese & Golfo) sono il confermato Rinaldi (Bordighera Sant’Ampelio)Scalzi (Sanremese) e Castagna (Imperia): tutti e quattro insieme realizzano una rete a testa.

Miglior allenatore della settimana senza dubbio Massimo Costantino (Sanremese): per il tecnico grande esordio con una vittoria convincente, cosa mai facile da realizzare ad un debutto.

 

4-2-3-1

1 Cedeno (POR, Ospedaletti)

2 Godfavor (DIF, Virtus Sanremo)

3 Valfrè (DIF, Carlin’s Boys)

4 E. Ambesi (DIF, Taggia)

5 Feliciello (DIF, Ospedaletti)

6 Taddei (CEN, Sanremese)

7 Rinaldi (ATT, Bordighera Sant’Ampelio)

8 G. Calvini (CEN, Sanstevese)

9 Sparaccio (ATT, Dianese & Golfo)

10 Scalzi (CEN, Sanremese)

11 Castagna (ATT, Imperia)

Allenatore: Costantino (Sanremese)

Barcellona, Rakitic vota Messi: “Ronaldo? Ha la sfortuna di competere col numero uno…”

Il centrocampista croato prende posizione sull’eterno dilemma del calcio contemporaneo

Ventiquattro ore dopo che Cristiano Ronaldo ha presentato ai tifosi del “Bernabeu” il quinto gioiello della propria collezione di Palloni d’Oro, festeggiato poi con una doppietta contro il Siviglia, Leo Messi ha risposto con un gol, il numero 525 con la maglia del Barcellona, raggiungendo l’ex Bayern Monaco Gerd Müller nella speciale classifica dei cannonieri più prolifici con la stessa maglia.

La sfida tra i due simboli del calcio attuale, che si sono divisi i Palloni d’Oro dell’ultimo decennio, prosegue quindi a suon di record e a suon di prese di posizione. L’ultimo a prendere parola sul tema è stato Ivan Rakitic, compagno di Messi a Barcellona.

“Mi congratulo con Cristiano Ronaldo per il Pallone d’Oro, è uno dei più grandi giocatori della storia. Ma per me Messi è unico, c’è solo un numero uno e Cristiano ha la sfortuna di dover competere col più grande della storia”.

Queste le parole del centrocampista croato, prevedibili di sicuro, ma che potrebbero anche provocare una risposta dello stesso Cristiano o più probabilmente di qualche suo compagno…

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.

 

Inter, gli occhi di Guardiola su Skriniar: pronta una super offerta, i dettagli

Inter, gli occhi di Guardiola su Skriniar: pronta una super offerta, i dettagli

Un difensore centrale forte, di questi tempi, è merce rata. Lo sa bene l’Inter che la scorsa estate ci ha visto giusto investendo 25 milioni di euro per strappare Milan Skriniar alla Sampdoria e ora si frega le mani. Lo slovacco, in questo inizio di stagione, è stato uno dei valori aggiunti di Spalletti, quantità e qualità al servizio di una squadra che dopo sedici giornate guida il campionato con un punto di vantaggio sul Napoli. Le sue prestazioni hanno convinto tutti, il suo nome è finito sulla lista dei desideri delle big d’Europa, non solo del Barcellona. L’ultimo club che ha messo gli occhi sul difensore in grado di giocare anche da centrocampista centrale (recentemente l’ha fatto con la maglia della Slovacchia) è il Manchester City, che cerca un rinforzo nel reparto difensivo. Guardiola ha mandato i suoi scout in Italia per seguirlo da vicino, i resoconti sono stati positivi, Skriniar è diventato un obiettivo concreto per il 2018.

PRIMO NOME – La situazione difensiva del City è chiara, alle spalle della coppia Otamendi-Stones non ci sono alternative realmente credibili, per questo motivo il club di proprietà dello sceicco Mansour tornerà sul mercato. Mangala non rientra nei piani di Guardiola ed è destinato a partire tra gennaio e giugno, Kompany, anche ieri uscito nell’intervallo del derby contro il Manchester United per un problema muscolare, non dà le giuste garanzie fisiche, il solo Fernandinho, che nasce come centrocampista difensivo, non può essere una soluzione continuativa. Skriniar insomma è considerato il profilo giusto, per l’Inter è pronta un’offerta superiore ai 50 milioni di euro.

SCELTA FATTA – Dalle parti di Corso Vittorio Emanuele al momento non sono però interessati a cedere Skriniar. Hanno fatto un investimento solo qualche mese fa, e considerano l’ex Zilina, che ha festeggiato 22 anni lo scorso febbraio, fondamentale per le ambizioni in Italia e in Europa. Sabatini e Ausilio non vogliono fare nemmeno un torto a Spalletti, che ha chiesto di non cedere i suoi big. Insomma, non è in vendita, non è una questione di soldi.

Vuoi ottenere il vostro molto proprio Maglie Calcio Poco Prezzo? Oltre al capo ciaomagliecalcio.com ora!
Quindi, diamo uno sguardo ai dettagli.