Serie A, le probabili formazioni della 15^ giornata

La 15esima giornata di Serie A si apre con il big match di venerdì sera Juventus-Inter, con entrambe le squadre che saranno impegnate nell’ultimo round della fase a gironi di Champions League in programma la prossima settimana. Il derby d’Italia assicurerà un inizio scoppiettante di questo week-end di calcio, con i bianconeri in cerca di tre punti pesanti, mentre gli uomini di Spalletti cercheranno il colpaccio per tirare un freno alla capolista e riavvivare il campionato.

Sull’Allianz Stadium saranno puntati anche gli occhi dei tifosi napoletani, in attesa che la squadra di Ancelotti scenda in campo sabato alle 15:00 contro il Frosinone, una partita facile sulla carta, ma che dovrà essere confermata sul terreno di gioco, prima di volgere l’attenzione al match di Champions contro il Liverpool. Alle 18:00 sarà la volta di Cagliari-Roma cui seguirà l’incontro serale Lazio-Sampdoria.

Domenica la Serie A sarà inaugurata da Sassuolo-Fiorentina, aperitivo domenicale delle 12:30, con i viola intenzionati ad agguantare una vittoria che manca da sette giornate. Il trittico delle 15:00 sarà formato da Empoli-BolognaParma-Chievo e Udinese-Atalanta, prima di concludersi con l’appuntamento di Genoa-Spal delle 18:00 e di Milan-Torino delle ore 20:30.

Giorgio Chiellini in Serie AGetty Images

Le probabili formazioni della 15^ giornata di Serie A

Si comincia subito con lo scontro fra due squadre che hanno fatto la storia del calcio italiano: Juventus-Inter calamita l’attenzione di questa 15esima giornata, che potrebbe già mettere un sigillo al titolo simbolico di campioni d’inverno. Le altre big potranno ricorrere maggiormente al turnover, ma il Napoli non può dimenticare la lezione incassata contro il Chievo lo scorso 25 novembre. I giallorossi di Di Francesco saranno costretti a fare a meno di diverse pedine fondamentali, invece il Milan ritrova il suo pupillo Higuain dopo due turni di squalifica.

Juventus-Inter (venerdì 7 dicembre, ore 20:30)

Tra i padroni di casa incerta la disponibilità di Alex Sandro e Khedira, Barzagli non tornerà prima di febbraio. In difesa quasi certo l’impiego di De Sciglio e Cancelo sulle fasce, con le colonne portanti centrali Bonucci-Chiellini. A centrocampo Allegri potrebbe puntare sul ritorno di Emre Can al fianco di Matuidi e Pjanic qualora Betancour non dovesse recuperare il problema alla schiena. Spalletti deve fare ancora a meno di Nainggolan e Dalbert in difesa ballottaggio tra Vrasljkoe D’Ambrosio, mentre in avanti Politano è in vantaggio su Candreva.

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Cancelo; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala; Mandzukic, Cristiano Ronaldo.

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic, Joao Mario; Politano, Icardi, Perisic.

Josè Callejon in Serie AGetty Images

Napoli-Frosinone (sabato 8 dicembre, ore 15:00)

Ancelotti dovrebbe fare ricorso ad un ampio turnover in vista dell’incontro di martedì contro il Liverpool, ma con la consapevolezza di non poter commettere altri passi falsi come avvenuto contro il Chievo. Tra i pali potrebbe esordire Meret, uno dei difensori centrali resterà in panchina per fare spazio a Maksimovic, in attacco Milik dovrebbe partire da titolare per lasciar rifiatare Mertens. In un Napoli camaleontico da inizio campionato è difficile fare previsioni sull’XI titolare. Longo non potrà disporre degli infortunati Hallfredsson, Paganini e Dionisi. Possibile 3-4-1-2 con il napoletano Ciano alle spalle di Campbell e Ciofani a costituire il tridente d’attacco.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Rog, Zielinski, Fabian; Insigne, Milik.

FROSINONE (3-4-1-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Brighenti; Zampano, Chibsah, Maiello, Beghetto; Ciano; Campbell, Ciofani.

Cagliari-Roma (sabato 8 dicembre, ore 18:00)

Capitan Barella è squalificato, Castro indisponibile. Il gol di domenica contro il Frosinone potrebbe rilanciare Farias al posto di Sau e Ionita mezzala. I giallorossi devono fare a meno di Pellegrini, Dzeko, De Rossi, El Shaarawy e Karsdorp. L’avanguardia romanista sarà formata da Schick affiancato da Under, Zaniolo e Kluivert.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Klavan, Padoin; Dessena, Bradaric, Ionita; Joao Pedro; Pavoletti, Farias.

ROMA (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Under, Zaniolo, Kluivert; Schick.

Ciro Immobile in Serie AGetty Images

Lazio-Sampdoria (sabato 8 dicembre, ore 20:30)

La squadra di Inzaghi deve archiviare il pareggio contro il Chievo, ma non ci sarà l’infortunato Marusic. Recuperato Lucas Leiva che potrebbe partire subito titolare, al fianco di Immobile ballottaggio Luis Alberto-Correa. Giampaolo dovrà sciogliere alcuni dubbi sulla trequarti con Ramirez favorito su Saponara, mentre l’altra maglia da titolare se la giocano Viera ed Edkal. In attacco Defrel dovrebbe far posto ad un Caprari in perfetta forma.

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Badelj, Milinkovic-Savic, Lulic; Correa; Immobile.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Colley, Andersen, Murru; Praet, Vieira, Linetty; Ramirez; Quagliarella, Caprari.

U.S. Sassuolo

@SassuoloUS

sarà arbitrata da Chiffi di Padova. Al VAR Di Bello di Brindisi e De Meo di Foggia http://bit.ly/2Ef1xid  ⚽️

SASSUOLO-FIORENTINA: arbitra Chiffi di Padova

sassuolocalcio.it

Visualizza altri Tweet di U.S. Sassuolo

Sassuolo-Fiorentina (domenica 9 dicembre, ore 12:30)

Nel turno di Coppa Italia De Zerbi ha lasciato riposare quasi tutti i titolari. Il Sassuolo scenderà in campo con il solito 4-3-3, con l’attacco affidato a Babacar, Di Francesco e Berardi. In casa viola Pioli non può fare affidamento sullo squalificato Vitor Hugo che sarà sostituito da Ceccherini. L’attacco dovrebbe essere formato da Chiesa, Gerson e Simeone, ma Pjaca spinge per una maglia da titolare.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Marlon, Ferrari, Rogerio; Bourabia, Magnanelli, Duncan; Berardi, Babacar, Di Francesco.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini, Biraghi; Fernandes, Veretout, Benassi; Gerson, Simeone, Chiesa.

Empoli Fc Official

@EmpoliCalcio

Paolo Valeri di Roma 2 l’arbitro di . Emanuele Prenna di Molfetta e Valentino Fiorito di Salerno; Davide Ghersini di Genova il IV uomo; Maurizio Mariani di Aprilia il Var e Stefano Liberti di Pisa l’Avar

Visualizza altri Tweet di Empoli Fc Official

Empoli-Bologna (domenica 9 dicembre, ore 15:00)

Iachini non ha perso una partita dal suo esordio sulla panchina toscana. In attacco confermato il tandem Caputo-La Gumina, a centrocampo rientra Traorè, linea difensiva con Silvestre, Maietta e Veseli. Nel Bologna Federico Santander è stato convocato dopo l’infortunio in Coppa Italia, ma è in dubbio l’utilizzo dal primo minuto. Inzaghi deve fare a meno dello squalificato Calabresi.

EMPOLI (4-3-2-1): Provedel; Di Lorenzo, Maietta, Silvestre, Pasqual; Krunic, Bennacer, Acquah; Traorè, La Gumina; Caputo.

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Mattiello, Danilo, Helander, Dijks; Poli, Pulgar, Svanberg; Orsolini, Santander, Palacio.

Luigi Sepe in Serie AGetty Images

Parma-Chievo (domenica 9 dicembre, ore 15:00)

I ducali dovranno fare a meno di Grassi e Gervinho per infortunio, rispettivamente sostituiti da Scozzarella o Rigni e Di Gaudio. Il Chievo non piò contare sullo squalificato Rossettini che verrà sostituito da Cacciatore. In attacco Pellissier dovrebbe essere confermato con Meggiorini favorito nel ballottaggio con Stepinski

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Barillà, Scozzarella, Rigoni; Ciciretti, Inglese, Biabiany.

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Bani, Barba, Depaoli; Obi, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Meggiorini, Pellissier.

Duvan Zapata in Serie AGetty Images

Udinese-Atalanta (domenica 9 dicembre, ore 15:00)

Resta in dubbio Behrami dopo la botta alla caviglia destra rimediata domenica scorsa contro il Sassuolo; in caso di forfait arretramento di De Paul con Lasagna che tornerebbe titolare. In casa atalantina Ilicic sconta il secondo turno di squalifica, al suo posto Rigoni che contro il Napoli ha dato prova di una buona prestazione. In difesa, Toloi è tornato ad allenarsi e si gioca il posto da titolare con Mancini.

UDINESE (3-5-2): Musso; Larsen, Troost Ekong, Nuytinck; Ter Avest, Fofana, Mandragora, De Paul, Pezzella; Pussetto, Lasagna.

ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, Freuler, De Roon, Gosens; Rigoni, Gomez; Zapata.

Cesare Prandelli in Serie AGetty Images

Genoa-Spal (domenica 9 dicembre, ore 18:00)

Esonerato Juric, sarà la prima di Prandelli che dopo otto anni ritorna su una panchina di Serie A. Tra le fila rossoblu squalificati Bessa e Romulo, in attacco non dovrebbe essere messo in discussione il duo Kouamè-Piatek. Semplici non dovrebbe riservare sorprese di formazione, eccezion fatta per lo squalificato Cionek che farà spazio Bonifazi.

GENOA (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Pereira, Hiljelmark, Sandro, Omeonga, Lazovic; Kouamè, Piatek.

SPAL (3-5-2): Gomis; Bonifazi, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna.

Andrea Belotti in Serie AGetty Images

Milan-Torino (domenica 9 dicembre, ore 20:30)

Gattuso puà tornare a schierare Higuain dopo le due giornate di squalifica, al suo fianco Cutrone. Ma c’è da fare i conti con le pesanti assenze di Caldara, Musacchio, Romagnoli, Strinić, Biglia e Bonaventura, Sulle fasce del centrocampo dovrebbero esserci Suso e Calhanoglu. Mazzarri dopo aver sperimentato il 3-4-3 contro il Genoa potrebbe tornare al 3-5-2 con il ritorno a centrocampo dal 1’ minuto di Baselli.

MILAN (4-4-2): G. Donnarumma; Calabria, Abate, C. Zapata, R. Rodríguez; Suso, Kessié, Bakayoko, Çalhanoglu; Higuaín, Cutrone.

TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Meïté, Rincón, Ansaldi; Baselli; Iago Falque, Belotti.

Juventus, contro l’Inter per l’ennesimo record! Sarebbero 43 punti su 45

Continua la marcia della Juventus verso l’ottavo Scudetto consecutivo. Domani contro l’Inter a caccia dell’ennesimo record

L’arrivo di Cristiano Ronaldo a Torino ha dato un’ulteriore carica ai giocatori della Juventus. I bianconeri sono a caccia dell’ottavo Scudetto consecutivo, e in questa stagione puntano forte alla Champions League. Ma forse nessuno si aspettava una partenza del genere. 40 punti sui 42 disponibili sono già un record per il nostro campionato. Ma la squadra di mister Allegri vuole superarsi. Vincendo contro l’Inter, infatti, i bianconeri raggiungerebbero il Paris Saint-Germain come miglior partenzanei cinque massimi tornei europei. Altro record in vista, dunque, per Cristiano Ronaldo e compagnia.

Juventus-Torino, il derby comincia giovedì in hotel: i bianconeri aspetteranno il Toro

Curioso retroscena in vista della sfida tra Juventus e Inter. I bianconeri dovranno aspettare che il Torino lasci il solito albergo del ritiro prepartita: i granata saranno impegnati in Coppa Italia col Sudtirol giovedì sera

CR7 SI DIVERTE A TORINO, PALLONE D’ORO DIMENTICATO

CECCHERINI: “RIGORE SU RONALDO? NEMMENO COL VAR”

di Paolo Aghemo

La Juve aspetta, prima c’è il Torino. Gerarchie ribaltate in città rispetto alla classifica. Il derby si gioca in anticipo nell’albergo del ritiro di Leinì che – durante la stagione – ospita sia granata che i bianconeri. Quando c’è il derby la precedenza viene data alla Juventus con il Toro che si trasferisce in un altro albergo in città. Stavolta tocca a Chiellini e compagni assecondare le esigenze dei cugini. Tutto a causa del calendario che giovedì sera prevede Torino – Sudtirol di Coppa Italia e venerdì il big match Juventus – Inter. Le due squadre si daranno il cambio in ritiro nel giro di pochi minuti. La squadra di Mazzarri, in ritiro da mercoledì sera, giocherà contro il Sudtirol alle 20.45 e lascerà dunque l’albergo giovedì verso le 19.15. La Juventus che si allenerà nel pomeriggio dovrà così far slittare l’orario d’arrivo a Leinì rispetto alle abitudini, quando gioca in casa di sera.

Tempi tecnici

Probabile dunque che i giocatori e lo staff tecnico si tratteranno di più alla Continassa dopo l’allenamento. Questo per permettere al personale dell’albergo di rifare le camere (che sono le stesse per le due squadre) e preparare la sala per la cena, appena il Torino avrà lasciato il ritiro. Un piccolo (e ininfluente) fuori programma nella preparazione della super sfida di venerdì, uno slittamento d’orario nella tabella di marcia di avvicinamento alla sfida con l’Inter. Niente incrocio in albergo col Torino per la Juve. Si vedranno direttamente sul campo per il derby la prossima settimana.

Serie A, Juventus-Inter: tutte le quote dei bookmakers degli ultimi 10 anni

È il big match del prossimo turno di Serie A. È da sempre una delle partite più sentite e rappresentative del campionato italiano. Non è un caso sia definito derby d’Italia. Juventus e Inter sono da sempre grandi rivali ma, da Calciopoli in poi, l’antagonismo fra le parti è cresciuto ulteriormente.

Venerdì 7 dicembre Juventus e Inter apriranno il 15esimo turno di Serie A con i nerazzurri che arrivano alla sfida con un solo risultato possibile: la vittoria. Solo così la squadra di Spalletti, attualmente a -11 dai bianconeri, può riuscire a restare in corsa per lo Scudetto. Secondo i bookmakers però sono i campioni d’Italia a partire (nettamente) favoriti.

Come riportato dall’agenzia di stampa Agimeg, infatti, l’1 della Juventus si può giocare a 1,55. L’X è in lavagna a 3,75, il 2 a 7,00. I bianconeri in questo campionato non hanno ancora mai perso, vincendo ben 13 delle prime 14 partite di campionato (contro il Genoa l’unico pareggio). Impossibile non vederli favoriti. È interessante però analizzare anche come si sono sviluppate le quote negli ultimi 10 anni.

Il gol di Del Piero in una partita di Serie A fra Juventus e InterGetty Images
Il gol di Del Piero in una partita di Serie A fra Juventus e Inter

Serie A, le quote di Juventus-Inter negli ultimi 10 anni

Sia chiaro, non sempre i bookmakers ci azzeccano, ma i loro pronostici aiutano a fotografare non solo il momento delle due squadre, ma anche il loro status all’interno del campionato. L’anno scorso, per esempio, Juventus-Inter si giocò alla 16esima giornata del girone d’andata. La squadra di Spalletti era prima e ancora imbattuta. Finì 0-0, con le quote molto più vicine di quanto non lo siano oggi: all’epoca l’1 si poteva giocare a 1,85 (oggi a 1,55), l’X a 3,40 (oggi a 3,75) e il 2 a 4,75 (oggi a 7,00). Insomma: secondo le agenzie di scommesse c’era molto più equilibrio.

Il gol di Marchisio in Juventus-Inter del 2009-10Getty Images
Il gol di Marchisio in Juventus-Inter del 2009-10

Per fare un paragone, le quote di oggi sono identiche a quelle della 27esima giornata del 2015/16: si era entrati nell’ultima fase del campionato. La Juventus finì prima con 91 punti, l’Inter settima a quota 62. Lo scontro diretto terminò col risultato di 2-0 (in gol Bonucci e Morata), con i bianconeri che dimostrarono il proprio strapotere anche nel confronto diretto.

Nel 2009/10, l’anno del Triplete nerazzurro, Juventus-Inter si giocò il 5 dicembre, alla 15esima giornata. Finì 2-1 per i bianconeri (in rete Del Piero, Eto’o e Marchisio), con le quote che erano davvero equilibrate: l’1 si poteva giocare a 2,60, l’X a 3,05, il 2 a 2,65. Mai negli ultimi 10 anni si è arrivati al derby d’Italia con quote più vicine. Nelle ultime 10 stagioni i nerazzurri sono stati dati favoriti solo nel 2010/11.

Di seguito le quote delle sfide di Serie A fra Juventus-Inter (e i risultati che si sono poi verificati) negli ultimi 10 anni.

  • Stagione 2009/10: Juventus-Inter 2-1. Quote: “1” a 2,60, “X” a 3,05, “2” a 2,65.
  • Stagione 2010/11: Juventus-Inter 1-0. Quote: “1” a 2,75, “X” a 3,20, “2” a 2,45.
  • Stagione 2011/12: Juventus-Inter 2-0. Quote: “1” a 1,57, “X” a 3,90, “2” a 6,25.
  • Stagione 2012/13: Juventus-Inter 1-3. Quote: “1” a 1,62, “X” a 3,90, “2” a 5,50.
  • Stagione 2013/14: Juventus-Inter 3-1. Quote: “1” a 1,40, “X” a 4,75, “2” a 8,50.
  • Stagione 2014/15: Juventus-Inter 1-1. Quote: “1” a 1,40, “X” a 4,75, “2” a 8,50.
  • Stagione 2015/16: Juventus-Inter 2-0. Quote: “1” a 1,55, “X” a 3,75, “2” a 7,00.
  • Stagione 2016/17: Juventus-Inter 1-0. Quote: “1” a 1,62, “X” a 3,80, “2” a 6,00.
  • Stagione 2017/18: Juventus-Inter 0-0. Quote: “1” a 1,85, “X” a 3,40, “2” a 4,75.
  • Stagione 2018/19: Juventus-Inter ?-?. Quote: “1” a 1,55, “X” a 3,75, “2” a 7,00.

15^ giornata Serie A 2018 2019: le partite del prossimo turno con anticipi, posticipi, orari e dirette tv

Immagine di copertina

15 giornata Serie A 2018 2019: gli anticipi, i posticipi e gli orari | Il programma e il calendario con le partite del tredicesimo turno di campionato: chi gioca

15 GIORNATA SERIE A 2018 2019 – Spazio alla quindicesima giornata del campionato di calcio 2018/2019: partenza con il botto con venerdì sera alle 20,30 l’anticipo Juventus-Inter.

Poi sabato altre tre sfide: Napoli-Frosinone e Cagliari-Roma (Sky) e Lazio-Sampdoria (Dazn)

Domenica il resto del programma con Sassuolo-Fiorentina a pranzo (Dazn), Genoa-SPAL alle 18 e Milan-Torino alle 20,30.

Lunedì alle 20,30 Cagliari-Torino.

Sabato 8 dicembre ore 20,30

  • LAZIO-SAMPDORIA diretta tv Dazn

Domenica 2 dicembre ore 12,30

Advertisement: 0:29
  • SASSUOLO-FIORENTINA diretta tv Sky

Domenica 2 dicembre ore 15

  • PARMA-CHIEVO VERONA diretta tv Sky
  • EMPOLI-BOLOGNA diretta tv Dazn
  • UDINESE-ATALANTA diretta tv Sky

Domenica 2 dicembre ore 18

Domenica 2 dicembre ore 20,30

QUI TUTTI GLI ANTICIPI E I POSTICIPI DELLA SERIE A 2018 2019

15 giornata Serie A 2018 2019, quando si gioca

Le gare di ogni giornata del Campionato di Serie A 2018/2019 si disputano, come regola generale, nei seguenti giorni e orari:

  • venerdì ore 20,30 (1 anticipo)
  • sabato ore 15.00 (1 anticipo)
  • sabato ore 18.00 (1 anticipo)
  • sabato ore 20.30 (1 anticipo)
  • domenica ore 12.30 (1 anticipo)
  • domenica ore 15.00 (3 gare)
  • domenica ore 18.00 (1 posticipo)
  • domenica ore 20.30 (1 posticipo)

ECCEZIONI:

Nell’8a giornata di andata, nella 12a giornata di andata e nella 9a giornata di ritorno, che precedono settimane in cui si disputano gare delle squadre nazionali collocate in date FIFA con rilascio obbligatorio dei calciatori, nonché nella 5 a giornata di andata e nella 10a giornata di ritorno, che precedono turni infrasettimanali, il posticipo del lunedì alle 20.30 è sostituito da un anticipo il venerdì alle ore 20.30.

I turni infrasettimanali in programma nella 6a giornata di andata (26 settembre 2018) e nella 11a giornata di ritorno (3 aprile 2019) si disputano mercoledì con inizio alle ore 21.00 (6 gare), con un anticipo martedì alle ore 21.00, un anticipo mercoledì alle ore 19.00, un posticipo giovedì alle ore 21.00 e, in alternativa tra loro, un anticipo martedì alle ore 19.00 o un posticipo giovedì alle ore 19.00.

QUI IL CALENDARIO COMPLETO DELLA SERIE A 2018 2019 15 gio